Informazioni dall’ Ambasciata

Ai sensi del DPCM 7 settembre 2020, è ammesso l’ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio/abitazione/residenza di una persona di cui alle lettere f e h dell’articolo 4 comma 1 del DPCM 7 agosto 2020
http://www.governo.it/sites/new.governo.it/files/DPCM_20200807.pdf 
anche non convivente, con la quale vi sia una comprovata e stabile relazione affettiva. La relazione affettiva riguarda esclusivamente le coppie e non i familiari.
Gli interessati potranno prendere appuntamento presso il centro visti Vms per presentare la domanda di visto di turismo.
Oltre alla documentazione prevista per richiedere un visto di turismo, dovrà essere presentata:

1) una dichiarazione di responsabilità della parte invitante sulla durata e stabilità della relazione affettiva, accompagnata da copia di un valido documento di identità;
2) una richiesta sottoscritta per ottenere una nota di accompagnamento consolare al fine di facilitare l’imbarco.

Coloro che sono già in possesso di valido visto Schengen, potranno ottenere la nota di accompagnamento consolare, facendone richiesta all’indirizzo nursultan.visti@esteri.it ed allegando alla mail copia del passaporto, del visto in possesso e della suindicata dichiarazione di responsabilità della parte invitante sulla durata e stabilità della relazione affettiva, accompagnata da copia di un valido documento di identità.
È altresì consigliabile recarsi in Italia con volo diretto, ove possibile.
Si attira l’attenzione di tutti i richiedenti sull’obbligo di quarantena (14 giorni) previsto per possessori di visto turistico.
Come previsto dall’articolo 76 del Testo Unico in materia di documentazione amministrativa, chiunque rilasci dichiarazioni mendaci è tenuto a rispondere per reato di falso ai sensi del Codice penale e delle leggi speciali in materia.
Le presenti disposizioni si applicano dalla data dell’8 settembre 2020 e sono efficaci fino alla data del 7 ottobre 2020.

 

Gentili clienti!
Informazioni sul costo della tassa consolare, potete trovare nella sezione “Tabella delle tasse consolari”.
La tassa consolare va pagata in tenge al tasso stabilito dall’Ambasciata d’Italia ad Nur-Sultan.
35 euro = 16 150 tenge;
40 euro = 18 450 tenge;
50 euro = 23 050 tenge;
80 euro = 36 850 tenge;
116 euro = 53 400 tenge.
 

AMBASCIATA D’ITALIA A NUR-SULTAN (ASTANA)

AVVISO

 

ATTENZIONE!

Secondo l’avviso dall’Ambasciata d’Italia a Nur-Sultan a partire dal 18/03/2020, le domande di visto per Malta come destinazione del viaggio, non saranno accettate. I cittadini, che desiderano visitare Malta, devono contattare l’Ambasciata di Malta a Mosca.

 

 

Secondo l’avviso dall’Ambasciata d’Italia dal 1 gennaio 2020 le domande per il visto saranno effettuate per i cittadini kirghisi SOLTANTO nell’ufficio di VMS ad Almaty.
Dal 1 Novembre 2019 i tempi tecnici per esamenare le richieste sono:
5 giorni per Nur-Sultan,
7 giorni per Almaty,
9 giorni per Atyrau, Ust-Kamengorosk e Shymkent
Questi tempi sono da intendersi come indicative in considerazione dei doverosi controlli da effettuare.
Su ordine dell’Ambasciata d’Italia a Nur-Sultan, il Centro Visti per Italia VMS può accettare solo quei documenti per il visto che suppongono la data di partenza non prima dei questi termini.
Si consiglia quindi di inoltrare le richieste di Visto con considerevole anticipo sulla data di partenza.
Avviso
Il possesso del visto non concede a un cittadino il diritto automatico di entrare nella zona Schengen.
Il proprietario del visto, mentre si trova al confine dell’ingresso nel territorio della zona Schengen, deve esibire un passaporto con il visto valido e, su richiesta della polizia di frontiera, la documentazione necessaria che  conferma lo scopo del soggiorno.
 Maggiori informazioni…
Si consiglia quindi di inoltrare le richieste di Visto con considerevole anticipo sulla data di partenza